Questo sito rilascia cookies tecnici per consentirne il funzionamento, oltre a cookies, anche di terza parte, di 'analytics' per fare statistiche sul traffico ed attivare il miglioramento. Cliccando su "Conferma Scelte", acconsenti all’uso dei cookies qui sotto proposti o da te selezionati. Cliccando su "Accetta tutti i cookies" li abiliti tutti. Per saperne di più

Comunicazione n. 252 - Valutazione degli apprendimenti e ammissioni degli alunni ucraini a.s. 2021-2

COMUNICAZIONE N. 252

 

AI DOCENTI

ALLE RESPONSABILI DI PLESSO

AI DOCENTI

SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA SECONDARIA

 

Oggetto: Valutazione degli apprendimenti e ammissioni degli alunni ucraini a.s. 2021-22

L’O.M. 156 del 4/6/2022 definisce specifiche misure sulla valutazione finale degli apprendimenti per l’a.s. 2021-22 degli alunni e studenti ucraini iscritti nelle classi del primo e del secondo ciclo di istruzione a partire dal 24 febbraio 2022 a seguito della guerra in Ucraina, nonché sul loro esonero dalla partecipazione agli esami di Stato conclusivi del primo e del secondo ciclo di istruzione per l’a.s. 2021-22, in deroga alla normativa vigente in tema di valutazione degli apprendimenti e di svolgimento degli esami di Stato. 

A.   Valutazione nel primo ciclo di istruzione - classi non terminali

La valutazione finale degli apprendimenti degli alunni ucraini e? effettuata collegialmente, in sede di scrutinio finale, dai docenti contitolari della classe ovvero dal consiglio di classe, in riferimento all’eventuale PDP predisposto, tenendo conto dell’impatto psicologico e del livello delle competenze linguistico-comunicative nella lingua italiana degli alunni, nonché della complessità del processo di apprendimento maturato nel contesto della guerra e della conseguente emergenza umanitaria. 

Qualora i docenti contitolari della classe ovvero del consiglio di classe non abbiano elementi sufficienti per la valutazione degli apprendimenti in ciascuna disciplina, la valutazione finale e? espressa attraverso un giudizio globale sul livello di sviluppo degli apprendimenti, sull’acquisizione delle prime competenze linguistico-comunicative in lingua italiana, sul grado di socializzazione e di partecipazione alle attività didattiche. 

Pertanto, sono ammessi alla classe successiva, salvo nei casi di non validità dell'anno scolastico nella scuola secondaria di primo grado, tenendo a riferimento la data di iscrizione ai fini del computo dell’orario annuale personalizzato. 

Predisposizione del PAI

Per gli alunni ucraini ammessi alla classe successiva, i docenti contitolari della classe, ovvero il consiglio di classe, predispongono un Piano di apprendimento individualizzato (PAI), in cui sono indicati, per ciascuna disciplina, gli obiettivi di apprendimento di lingua e di contenuto da conseguire nel corso del successivo anno scolastico nonché le specifiche strategie per il raggiungimento dei relativi livelli di apprendimento. Nel corso dell’a.s. 2022-23 le istituzioni scolastiche realizzano attività idonee a sostenere gli alunni nel raggiungimento degli obiettivi definiti nel Piano di apprendimento individualizzato, che costituiscono attività? didattica ordinaria, hanno inizio a decorrere dal 1° settembre 2022 e proseguono, se necessaria, per l’intera durata dell’a.s. 2022-23. Si invitano, pertanto, le SS.LL. a programmare in sede di scrutinio le attività da svolgere e i docenti coinvolti, sia per la scuola primaria che secondaria.

Per gli alunni frequentanti la classe quinta della scuola primaria e la classe terza della scuola secondaria di primo grado non viene rilasciata la certificazione delle competenze.

B.   Esonero dalla partecipazione all’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione

A titolo unicamente informativo, non avendo alunni ucraini che partecipano all’esame di Stato conclusivo del primo ciclo, si chiarisce che gli alunni frequentanti la classe terza della scuola secondaria di primo grado che non siano in grado di sostenere le prove in considerazione del livello delle abilita? linguistiche ricettive e produttive scritte e orali nella lingua italiana ovvero del mancato raggiungimento delle competenze disciplinari previste dalle Indicazioni nazionali per il curricolo, sono esonerati, con delibera del consiglio di classe,  dalla partecipazione all’esame e l’esame di stato è sostituito dalla valutazione finale. Inoltre, in sede di scrutinio finale il consiglio di classe rilascia un attestato di credito formativo che costituisce titolo per l'iscrizione e la frequenza della scuola secondaria di secondo grado ovvero dei corsi di istruzione e formazione professionale e che costituisce, su richiesta, titolo per l’eventuale iscrizione per l’a.s. 2022-23 alla classe terza della scuola secondaria di primo grado

Aversa, 05/06/2022

Il Dirigente Scolastico

    Mario Autore